Spessimetri magnetici

Spessimetri magnetici per la misura non distruttiva dello spessore di rivestimenti (vernici, smalti, zincature, ossidazioni).

Le misurazioni non distruttive dello spessore del rivestimento possono essere effettuate sia su superfici magnetiche in acciaio che su superfici metalliche non magnetiche come l’acciaio inossidabile o l’alluminio.

L’induzione elettromagnetica è utilizzata per i rivestimenti non magnetici su substrati ferrosi come l’acciaio, mentre il principio delle correnti parassite è utilizzato per i rivestimenti non conduttivi su substrati metallici non ferrosi.

  • Sono disponibili tre diverse famiglie di misuratori di spessore di rivestimento : spessimetri per rivestimenti che misurano rivestimenti non magnetici su substrati magnetici ( per esempio vernice o zinco su ferro ) , spessimetri per rivestimenti che sono in grado di misurare rivestimenti non metallici su substrati non magnetici ( per esempio vernice su alluminio) e misuratori di spessore di rivestimento che possono misurare rivestimenti non metallici su substrati non metallici ( per esempio pittura su legno o calcestruzzo) .
  • L’applicazione più comune è la misurazione di rivestimenti non magnetici su substrati magnetici ( ferrosi ), ad esempio la misurazione dello spessore della vernice su ferro , zinco o spessore su ferro. Gli spessimetri analogici utilizzano un magnete per testare quanta forza è necessaria per staccare il magnete dal materiale ; tanto quanto il rivestimento è più spesso tanto è più facile staccare il magnete dalla parete. Gli spessimetri digitali utilizzano il principio di induzione magnetica per determinare la distanza tra il misuratore di spessore di rivestimento e il substrato di metallo magnetico . Questo metodo di misurazione può essere molto preciso, soprattutto quando le superfici sono piane .
  • Per misurare i rivestimenti non metallici su metalli non magnetici , la distanza tra la testina del misuratore ed il substrato metallico è misurata utilizzando il principio delle correnti parassite . Un esempio di questa applicazione è la misura dello spessore della vernice su alluminio.
  • Alcuni modelli di spessimetri per rivestimenti sono disponibili con una doppia funzione di misura, sia per materiali ferrosi che per materiali non ferrosi. Questi spessimetri sono forniti con una sonda che è in grado di determinare in modo automatico se il substrato è magnetico ( ferroso) o non magnetico ( non ferrosi ) e selezionare automaticamente il modo di funzionamento corretto.
  • La misurazione di rivestimenti non metallici su substrati non metallici , come la misura di vernice su legno o calcestruzzo per esempio, può essere fatta con un misuratore di spessore di rivestimento ad ultrasuoni . Questo misuratore di spessore di rivestimento misura il rivestimento soltanto inviando un’onda ultrasonica nel rivestimento e misurando il tempo necessario per riflettere il segnale rispetto alla parete posteriore del rivestimento . Ciò significa che il rivestimento e lo spessore della vernice possono essere misurati su qualsiasi substrato . I modelli avanzati possono anche misurare lo spessore dei singoli strati di vernice. Quando una superficie è stata verniciata 3 volte i modelli più avanzati di spessimetri sono in grado di determinare lo spessore di tutti i singoli strati di vernice .